giovedì 25 gennaio 2018

Cocò Doll, una collaborazione d'altri tempi

Quando ho iniziato questa avventura del cucire bambole non sapevo che piega avrebbe preso la cosa. Le prime erano goffe e imperfette ai miei occhi. Con il tempo ho perfezionato la linea, definito meglio i lineamenti, progettato nuovi abiti. Nel corso del 2017 ho approfondito i miei studi, passato ore e ore a cercare di capire come dovevo esprimermi verso un pubblico sempre più grande ed esigente, com'è giusto che sia. Ho capito che mie dolls in qualche modo erano entrate nel vostro cuore e che iniziavo comunicare, attraverso loro, la mia passione e la mia creatività. 


Quando Diana mi ha scritto, mesi fa, per propormi una collaborazione, i tempi non erano maturi per affrontare un lavoro a quattro mani. Io ero a corto di tempo data la mole di lavoro, (che mi ha presa quasi alla sprovvista negli ultimi mesi), ed entrambe non avevamo ben definito la cosa quindi abbiamo lasciato che l'idea maturasse e prendesse corpo, nonostante la paura che potesse volare altrove! (cit. Austin Kleon)
A Gennaio, mese che di solito ha dei ritmi molto lenti e una ripresa difficile, abbiamo rispolverato il nostro progetto. Ed è nata Cocò!


Diana, con la sua esperienza in questo campo, avrebbe cercato bottoni Chanel originali e li avrebbe trasformati in meravigliose spille. A me toccava creare la bambola. All'inizio l'idea di mettere una spilla sulla mantellina di una mia bambola mi sembrava banale. Ci voleva ben altro per dare senso al nostro progetto e alla spilla. Così mi sono messa a studiare il personaggio, Cocò Chanel. E ho scoperto che, non solo ideò nuovi abiti e il marchio che tutti conosciamo, ma creò anche uno stile di vita differente, decisamente rivoluzionario per quegli anni. 
E soprattutto mostrò al mondo l'immagine di una donne moderna, indipendente, padrona di sè stessa. Avevo trovato la mia motivazione!


Io che di moda davvero zero, che non seguo assolutamente nessun trend del momento, anzi forse vado contro corrente, mi sono messa a sfogliare vari album fotografici di sfilate. Non pretendevo certo di saper cucire abiti simili! Ma da lì è venuta l'idea dei pantaloni a vita alta, la cintura e, tadàààà, la spilla a completare il tutto. Ho messo da parte molte altre idee che ho attinto da questa ricerca perchè il nostro progetto prevede la creazione di sei bambole diverse ma tutte con lo stesso filo conduttore, lo stile l'eleganza e la forza delle donne.


Un progetto a cui tengo davvero tantissimo perchè dietro ci siamo noi, donne che ogni giorno affrontiamo mille problemi e nonostante tutto teniamo duro!

In attesa di progettare le nuove dolls, spero di avervi incuriosito abbastanza su questa donna che ha dato così tanto al nostro moderno modo di essere donna.







8 commenti:

  1. complimenti per il progetto e la tua "evoluzione"! La tua Doll è davvero elegante

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Silvia! Si evolve in continuazione! L'importante è non mettere troppe cose sul fuoco, come si dice! Ma questo progetto era importante per me e ne sono davvero contenta!
      Grazie infinite!

      Gio

      Elimina
  2. La bambola ha stile, è bella nell'insieme, e la spilla dà un tocco di eleganza.
    Non mollate! Dovete farci vedere ancora le altre cinque 😅
    Ciao
    Marina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marina!!! sì, cercheremo di non mollare! Ora che ho ricevuto i nuovi tessuti sono pronta per creare le nuove!
      Grazie di cuore, un abbraccio!
      Gio

      Elimina
  3. Molto bella questa bambola. Completamente diversa da quelle con cui giocavo da piccola.

    RispondiElimina
  4. Great article..I am looking so forward to your blogcomment and
    I love your page on your post.. That is so pretty..
    ดูหนัง

    RispondiElimina

I vostri commenti mi fanno sempre piacere!

Pin It button on image hover